fbpx

“Tra pini scuri si srotola il vento. Brilla fosforescente la luna su acque erranti.
Passano giorni uguali, inseguendosi l’un l’altro. Si dirada la nebbia in figure danzanti. Un gabbiano d’argento si stacca dal tramonto.
A volte una vela. Alte, alte stelle…
Qui io ti amo e invano l’orizzonte ti occulta. Ti sto amando anche in mezzo a queste cose fredde. Mi guardano con i tuoi occhi le stelle più grandi.
E poiché io ti amo, i pini nel vento vogliono cantare il tuo nome con le loro foglie metalliche…” Pablo Neruda